Oltre le gambe c'è di più

Femminismo-Realismo=0-1

La figura della donna casalinga in Carosello

Come promesso rieccomi qua, pronta per iniziare questo viaggio insieme.

Avevo già accennato che sarei partita spiegando il ruolo nella donna nelle pubblicità trasmesse da Carosello (http://it.wikipedia.org/wiki/Carosello) ..E così sia!

 

 

carosello1

Il modello di donna rappresentata è giovane, bella, casalinga, serena, senza problemi, eccetto quelli di soddisfare il proprio uomo con relativa famiglia e di tenere pulita la casa. Erano assolutamente vietati i riferimenti al sesso.

Questo video esprime perfettamente, oltre la struttura degli sketch pubblicitari caroselliani, anche lo stereotipo della donna massaia e seduttrice. Lo spot, girato nel 1967, per il primo minuto e mezzo circa riprende la celebre Mina intenta a mostrare la sua performance artistica, dedicando soltanto gli ultimissimi secondi alla presentazione del prodotto, ossia la pasta Barilla. Il testimonial si rivolge esclusivamente alla donna in quanto responsabile degli acquisti della famiglia e il suo intento sembra quasi quello di ipnotizzare, infatti, immediatamente all’inizio del codino, viene mostrato un primissimo piano della cantante, la quale pronuncia quasi sottovoce, prima di qualsiasi altra frase il brand oggetto dello spot fissando la telecamera. In seguito si afferma che grazie a questa pasta la donna può ritenersi soddisfatta di essere tale, poiché le permette di dilettarsi con successo in cucina, come se questo fosse il suo ruolo principale.
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Annunci

Un commento su “La figura della donna casalinga in Carosello

  1. Giusi
    aprile 8, 2009

    Partirei da “come se fosse il suo ruolo principale”. Credo che negli anni sessanta la distinzione dei ruoli tra uomo e donna, all’interno della famiglia, fosse alquanto marcata. Lei casalinga, si occupa della casa e della cura dei figli, prepara da mangiare mentre lui, l’uomo con i pantaloni, “porta a casa lo stipendio” e fa cose da uomo con l’approvazione (o per lo meno con la benevola concessione) della moglie. Quindi la pubblicità in questione è uno spaccato del momento storico. I pubblicitari credo che, da sempre, se vogliono far vendere un prodotto, sappiano a chi rivolgersi e come farlo. In questo caso è la donna che cucina e prepara pranzetti per tutta la sua famiglia, compreso l’omo che “sa di fumo”. La donna, che così si sente bene e realizzata…la regina della casa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Licenza Creative Commons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: