Oltre le gambe c'è di più

Femminismo-Realismo=0-1

Le collant diventano prodotto di massa

Ciao! Oggi vi propongo uno spot del 1962, in cui troviamo le gemelle Kessler intente a ballare esponendo le loro gambe lunghe e perfette, non a caso pubblicizzavano le calze Omsa.

Commenterò il video dopo avervelo mostrato…

E’ impossibile non notare come la donna mostri le proprie qualità fisiche con eleganza e buon gusto, infatti le gemelle protagoniste indossano un lungo abito che mette in evidenza perfettamente la silhouette senza bisogno di cadere nella volgarità.

“La donna chic se vuole in tutti provocare uno choc, un’arma dura ed infallibile avrà e l’arma eccola qua, madames voilà. Calze Omsa” … E’ questa la frase che canticchiano le Kessler durante il loro balletto casto e sincronizzato, al termine del quale vediamo Don Lurio scivolare ai piedi delle bellissime gemelle.

Proprio in questi anni le peccaminose calze a rete diventano prodotto di massa, mentre in precedenza le vedevamo solo alle gambe delle soubrette del varietà.

omsa_promo

Annunci

5 commenti su “Le collant diventano prodotto di massa

  1. Asi
    aprile 3, 2009

    Cla queste si ke so donne!!!!hanno anticipato la moda!!! 😀 guarda che scarpe..so quelle che si usano adesso!! 😉

  2. foxyanne87
    aprile 3, 2009

    Ottimo spirito d’osservazione 😀

  3. Linda
    aprile 3, 2009

    Complimenti Rossana!!
    Argomenti molto interessanti ma soprattutto per trattati e illustrati!!!
    brava! continua così!!!!

    • foxyanne87
      aprile 3, 2009

      Grazie 1000 Linda! Spero di non deludere le aspettative di chi mi segue…e xkè ciò nn accada mi sto documentanto molto! 😉

  4. lionò
    aprile 8, 2009

    Che bello fare un tuffo nel passato, questi video fermano il tempo e ci riportano ad altri tempi, tempi che non conoscevano la volgarità…comunque è impressionante notare come prima la pubblicità, per lo meno fino a quella finora vista, si concentrava su altre “qualità” della donna…la castigata ed elegante bellezza di Virna Lisi, la bravura ed ipnotizzante sinuosità di Mina, i balletti eleganti delle gemelle K….si puntava davvero su tutt’altro. Il fascino della donna era sempre al centro dello spot, ma in tutt’altre vesti…questo a testimonianza che una donna può apparire in una pubblicità ed incantare anche senza per forza mostrare parti del corpo nude o volgarità….anche se, ammettiamolo, quando siamo al centro dell’attenzione un pò ci piace, così come essere apprezzate per il nostro aspetto fisico…causa o conseguenza della pubblicità e i messaggi che ci propinano i mass media?!?!?….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 2, 2009 da in La donna in Carosello con tag , .
Licenza Creative Commons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: