Oltre le gambe c'è di più

Femminismo-Realismo=0-1

Verso la fine di Carosello!

Verso la metà degli anni ’70 qualcosa cambia…

Carosello non è più realizzato “un po’ alla familiare”, secondo cui la diva è scelta dalla Signora dell’industriale o lo slogan è pensato dal figlio un pò timido. Ha inizio il periodo dei persuasori occulti!

Marcello Marchesi, comico, regista e sceneggiatore che ha dato vita agli slogan più famosi di Carosello, spiega questo importante snodo nella vita della pubblicità con queste parole: <<Poi cominciarono a fiorire le pipe sulle labbra dei copywriter, degli account, i quali erano le colonne delle agenzie di pubblicità che inaugurarono la linea americana: parlavano inglese e soltanto di mass-media, di storyboard, di jingles, di brainstorming e di budget...>>

I persuasori ritenevano che Carosello non dovesse distrarre l’attenzione del consumatore dal prodotto, perciò non doveva divertire. Non ci si preoccupa più di intrattenere i bambini, in quanto va attirata l’attenzione delle mamme-massaie. Tutto ciò portò verso la fine di Carosello che si ridusse a produrre spot superficiali e insipidi.

Quale fu la reazione dei pubblicitari puri, messi in ombra dai parapubblicitari?

Scoppiò l’epoca del Carosello a massaia, per cui si iniziarono a vedere donne che accarezzavano lavatrici, annusavano il profumo della camicia pulita. Nel codino si notano ora donne dello spettacolo, in particolare cantanti. I 2 minuti di spettacolo che contraddistinguevano Carosello vengono ormai contaminati da immagini suadenti ma vuote. I nuovi messaggi sono diretti, secchi e precisi, il consumatore va conquistato e non intrattenuto. Per il divertimento non c’è più spazio, la nuova parola chiave è: lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 8, 2009 da in La donna in Carosello con tag , , , .
Licenza Creative Commons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: