Oltre le gambe c'è di più

Femminismo-Realismo=0-1

La donna domestica

Inizio col presentare concretamente i vari stereotipi femminili presenti nella pubblicità. Quest’ultima è tre volte donna non solo perchè si rivolge spesso e volentieri ad essa, in quanto responsabile degli acquisti della famiglia, ma anche per il fatto di essere protagonista di un’altissima percentuale di spot e annunci stampa, oltre che vantare di una forte componente emotiva.

Il primo modello che analizzo è quello della donna domestica.

donna-domestica

Per donna domestica si intende la madre dedita alla cura dei figli, sia per quanto riguarda l’alimentazione che l’abbigliamento e la salute, e la moglie, che si occupa della pulizia della casa, del lavaggio e della stiratura del vestiario dei membri della famiglia.

Nei primi due decenni dalla nascita della pubblicità il ruolo della donna domestica era prevalentemente presente. A dir la verità quello della donna massaia era l’unico ruolo in cui la si vedeva protagonista. Oggigiorno, invece, la mamma/moglie presenta merendine, prodotti surgelati, carne in scatola, proponendosi come una donna che non tiene poi così tanto alla salute dei figli visti i prodotti reclamizzati. Oltretutto sono sempre più diffusi quegli spot in cui è l’uomo a cimentarsi nella pulizia della casa, alle prese con ferri da stiro o lavatrici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 23, 2009 da in Ruoli della donna nella pubblicità con tag , .
Licenza Creative Commons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: