Oltre le gambe c'è di più

Femminismo-Realismo=0-1

Non bisogna scrivere per le consumatrici ma per una donna

Abbiamo ormai capito che in questi anni la signora Maria da Voghera diventa il centro delle attenzioni del marketing e della pubblicità. Essendo lei la RA, le imprese cercano di far leva sulla sua psicologia partendo da quelli che sono i suoi valori, uno per tutti: la famiglia. La casalinga, in particolare, vede i propri familiari come clienti, quindi il suo obiettivo è quello di accontentarli. E’ proprio per questo motivo che entrano in gioco i pubblicitari, il cui obiettivo è quello di offrire i prodotti che renderanno felice la sua famiglia.

“[…]Lo spot del <<doppio brodo>> è rimasto tale e quale per moltissimi anni, ma qualcosa doveva farci capire che la signora Maria era in pericolo: vistosi cambiamenti hanno accompagnato gli ultimi tempi. In un primo momento, al posto della madre-moglie-dispensatrice è comparsa una governante, o come si usa dire con pudore, una tata: circondata da ragazzi abbastanza cresciuti da cucinare da soli, ma evidentemente o fortunati o molto dipendenti, che cercavano di carpirle il segreto della sua ottima cucina. In tempi ancora più recenti, Maria è scomparsa, per cedere il posto a una scenetta di coppia che si fa le fusa, dietro a un cuoco dall’apparenza molto professionale, con tanto di cappellone e mise bianca, che decanda le qualità del dado. Insomma, il doppio-brodo ha cancellato la signora Maria.”                                                                                                                                                                                                            “La pubblicità è femmina ma il pubblicitario è maschio” Daniela Brancati

Tutto sta nel cogliere quali siano le necessità della consumatrice, trasferendole dalla sfera dell’inconscio a quella del bisogno. A questo proposito cito Rosser Reeves il quale affermava: <<Non è la pubblicità che fa nascere i desideri, sono i desideri che fanno nascere la pubblicità>>.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Licenza Creative Commons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: